Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘film’

Complice l’idea di un amico, penso di aver inaugurato una moda: le cene con travestimenti ispirati alla letteratura giapponese. Per l’occasione, mi sono ispirata (con ampie rivisitazioni) all’inquieta disegnatrice di kimono Ryoko, una delle protagoniste de La virtù femminile di Harumi Setouchi, che ho molto apprezzato.
Passando alle cose serie, segnalo diversi eventi nell’ambito dell’Ottobre giapponese 2010 di Ravenna e dintorni. Si comincia sabato 8 ottobre, a Faenza, presso il Voltone della Molinella, dalle ore 17.00 alle ore 18.00, con l’incontro Cosa leggono in bambini giapponesi? Lettura per bambini dai 4 ai 7 anni a cura Nicoletta Fiumi.
In concomitanza con l’anteprima del  film Shokudo Katatsumuri, il 14 ottobre, alle ore 17.45 presso la sala D’Attorre a Ravenna, sarà presentato il libro da cui è tratto, vale a dire Il ristorante dell’amore ritrovato di Itoo Ogawa; saranno presenti l’autrice e il traduttore del romanzo.
Venerdì 15 ottobre, alle ore 17.00 presso la libreria Mellops di Faenza, sarà la volta dell’incontro Mostri e spiriti giapponesi: dalle fiabe ai cartoni animati.
Infine, nel corso della rassegna di cinema sperimentale e sulle avanguardie in Giappone, dal 22 al 24 ottobre a Faenza presso il Cinema Sarti, sarà presentato anche l’ultimo libro di Roberta Novielli, Metamorfosi. Schegge di violenza nel nuovo cinema giapponese.

Read Full Post »

Ringrazio Fumie che mi ha segnalato questo servizio del Tg2 dedicato a L’isola dei naufraghi di Natsuo Kirino. Per vederlo, cliccate qui.
Purtroppo, la casa editrice Neri Pozza, alla mia richiesta via email di ulteriori informazioni sul libro, ha risposto con il silenzio.
Infine, mi dispiace informarvi che, per un periodo di tempo non determinato, non sarò particolarmente attiva nel blog per cause di forza maggiore; di ciò mi scuso sin da ora.

Read Full Post »

Malgrado le ricerche, purtroppo non sono riuscita a scovare nuove informazioni riguardo l’uscita a breve dell’ultimo  romanzo di Natsuo Kirino, L’isola dei naufraghi (o L’isola di Tokyo), ma ho comunque una buona notizia per tutti i suoi fan (e in particolare per Barbara): ad agosto, infatti, in Giappone dovrebbe essere uscito il film tratto dal libro, chiamato “Tôkyô-jima” per la regia di Makoto Shinozaki.
Questo il trailer:

Read Full Post »

In questi giorni, alla Mostra del Cinema di Venezia, sarà presentato Norwegian wood, film tratto dall’omonimo bestseller di Haruki Murakami, con la regia di Tran Anh Hung. Il protagonista – lo schivo studente Toru Watanabe – è interpretato da  Ken´ichi Matsuyama, mentre Rinko Kikuchi veste i panni della bella Naoko.
La pellicola uscirà in Giappone l’11 dicembre del 2010 e  riscuoterà certamente un grande successo tra i numerosi ammiratori dello scrittore.
Questo il sito ufficiale del film: http://www.norway-mori.com/
Qui sotto il trailer:

Read Full Post »

Ieri, 23 marzo, il grande Akira Kurosawa avrebbe compiuto cento anni. Per ricordarlo, quest’oggi ho scelto una selezione di opere a lui dedicate.
Il primo volume, Akira Kurosawa (ed. Il Castoro, pp. 156, € 11,90) di Aldo Tassoni, il massimo esperto italiano in materia, si propone come una delle migliori monografie in circolazione sul cineasta.
Continuiamo poi con Il cerchio e la spada di Dario Tomasi (lindau, pp. 224, € 19,50), che focalizza la sua attenzione sul celeberrimo I sette samurai, narrando il making of del film e svelando retroscena sulla sua storia.
Concludiamo, infine, citando due racconti di Akutagawa Ryunosuke,
Rashōmon Nel bosco, fonti di ispirazione per il bellissimo film chiamato, appunto, Rashōmon.

Read Full Post »

Forse non tutti sanno che dal celebre romanzo Kitchen di Banana Yoshimoto sono stati tratti  due film.
Il primo – una produzione in cantonese di Hong Kong – va sotto il nome di Wo ai chu fang (Mi piace la cucina, 1997); è stato diretto da Ho Yim e ha vinto il Puchon International Fantastic Film Festival. Il secondo, realizzato in Giappone nel 1989 con la regia di Yoshimitsu Morita e prodotto per la tv, annovera nel cast Ayako Kawahara, Kenji Matsuda, Isao Hashizume, Akinori Nakajima, Akiko Urao, Saki Matsura, Naoki Goto, Mie Hama, Senkyo Irifunetel e Konobo Yoshizumi.
Dalle informazioni raccolte (non ho ancora visto nessuna delle due pellicole), Wo ai chu fang è ritenuto abbastanza piacevole e fedele al volume, mentre la versione nipponica sembra discostarsi dall’originale e ha ricevuto commenti non proprio entusiasti (potete leggerne alcuni qui).
E ora, ecco una recensione in inglese con alcune scene tratte da Wo ai chu fang:

Read Full Post »

Ecco l’intero cortometraggio  di Yukio Mishima: buona visione.

Read Full Post »

Older Posts »